Effetti dei cambiamenti climatici: le migrazioni

La Banca Mondiale, in un suo recente studio, ha ipotizzato che, entro il 2050, saranno non meno di 240 milioni gli esseri umani che lasceranno i luoghi di residenza per spostarsi altrove, a causa dei cambiamenti climatici. E’ noto che l’innalzamento delle temperature determinano eventi estremi: da una parte inaspriscono le siccità, dall’altra provocano “bombe d’acqua”. Tali fenomeni si manifestano con particolare violenza ai tropici. Paesi come quelli del corno d’Africa ( Etiopia, Eritrea, Somalia) dove possono passare anche molti mesi prima che ci sia una precipitazione meteorica, peraltro scarsissima, vedranno aggravarsi ulteriormente questa tendenza. Le migrazioni, che noi vediamo perchè interessano le nostre coste e coinvolgono i nostri comuni sono solo la punta dell’iceberg. Molti degli spostamenti sono a carattere locale o di corto raggio. Ci si sposta alla ricerca di un pozzo d’acqua, di un terreno coltivabile, di un luogo ove allevare il bestiame. Ovviamente questi spostamenti creano conflitti, giacchè i posti migliori, piu’ consoni alla vita umana sono già ovviamente occupati. Per cui, vista la penuria d’acqua e di terre fertili, gli spostamenti creano conflitti, non di raro anche particolarmente cruenti: si pensi al Ruanda e quando accadde tra Tutsi e Hutu: scontro etnico che comportò un milione di morti e fu giustamente classificato come genocidio; ossia l’eliminazione sistematica di persone in quanto appartenenti ad una etnia.

L’occidente opulento che ha enormi responsabilità nei cambiamenti climatici avversa le immigrazioni; mentre, come nel caso dell’Italia, esse sono addirittura indispensabili per fare fronte al declino demografico conseguente alla forte denatalità. Va da se che le emigrazioni siano un fenomeno complesso, per affrontare il quale occorre un approccio sistemico, di cui le variazioni climatiche rappresentano un elemento sostanziale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *